Emozioni

in

MOVIMENTO

LaB

Per bambini e ragazzi

 

 

PREMESSA

La competenza emotiva si sviluppa negli anni dell’infanzia e dell’adolescenza e le risposte che impariamo a dare all’ambiente esterno sono quelle che poi si manterranno per il resto della nostra vita. Iniziamo a riconoscere le emozioni consapevolmente dai tre anni in poi e sono i grandi di riferimento che hanno l’importante compito di dare un nome a quello che sentiamo, di accogliere quello che proviamo e di farci capire che le nostre sensazioni sono importanti. Più alleniamo la competenza emotiva dei bambini e dei ragazzi, cioè la loro capacità di sentirsi e di sentire gli altri, e più gli daremo l’opportunità di essere generazioni di  adulti sereni e alla ricerca del benessere. 

OBIETTIVO

L’obiettivo di questo LAB è aumentare la consapevolezza emotiva dei partecipanti, fornire loro degli strumenti per affrontare le piccole sfide della vita quotidiana e gestire lo stress.

Acquisire maggior consapevolezza dei propri pensieri, delle proprie sensazioni, imparare a osservare se stessi e riflettere su ciò che ci accade ha sicuramente degli effetti positivi sul benessere quotidiano dei bambini/ragazzi e sulla loro concentrazione e fornisce degli strumenti per crescere più sereni.  

PROGETTO

Per ottenere gli obiettivi che ci proponiamo le vie migliori, più efficaci e immediate, sono quella emotiva e quella corporea, per questo motivo gli incontri saranno suddivisi in una parte psicoeducativa e una esperienziale e dedicata al corpo, al suo movimento e alla sua espressività.

La parte del percorso psicoeducativa sarà dedicata a fornire strumenti ai partecipanti utili per riconoscere e gestire i pensieri, le emozioni e i comportamenti tramite attività di gruppo in uno spazio non giudicante che favorisce lo scambio e il confronto.

La parte esperienziale sarà dedicata alla pratica corporea ed espressiva che agevola a sentire, esprimere e gestire le emozioni che si vivono.

Questi tipi di attività insegnano ai bambini e ai ragazzi, perché ne fanno esperienza nel gruppo, che ognuno ha il proprio modo di vedere e sentire il mondo che lo circonda e non c’è un solo modo giusto per descriverlo o dialogare con esso, ma bensì che ognuno può arricchirlo col proprio contributo.

Sentire il corpo e i messaggi che ci invia come alleato e non come estraneo o nemico: questo accresce

l’autostima, la fiducia nelle proprie capacità e il piacere di esprimersi e relazionarsi con gli altri.

La dimensione emozionale rappresenta la principale finalità delle proposte motorie che si faranno durante gli incontri. Si farà esperienza di come il nostro corpo cambi forma e modo di muoversi a seconda delle emozioni che prova e di come esse disegnino il nostro volto, il tono della voce, ma anche le linee del nostro corpo e le azioni che esso compie.

Inoltre dedicheremo una parte degli incontri a insegnare loro alcune tecniche di rilassamento a partire dalla respirazione. I nostri giovani sono sempre più sottoposti a stress e frustrazioni anche in assenza di situazioni problematiche, è una vita frenetica la nostra dove molto spesso noi e loro ci ritroviamo a muoversi nella quotidianità senza essere consapevoli di quello che stiamo facendo e di come lo stiamo facendo. Non riuscire a gestire questo stress per un lungo tempo può portare delle conseguenze negative.

Tutte le attività del percorso saranno organizzate in base all’età dei partecipanti. 

METODOLOGIA
  • Ascolto attivo e partecipativo
  • Lavoro collettivo guidato in grande e piccolo gruppo
  • Metodi prevalentemente deduttivi
  • Attività creativa e ludica (attività gestuale, attività di movimento e danza, drammatizzazione, improvvisazione, gioco corporeo)

Le attività sono essenzialmente di gruppo, ma molto spesso si sollecitano l’improvvisazione e la creatività

individuali facilitando in ciascuno il passaggio dal ruolo di fruitore a quello di produttore e viceversa.

INDICAZIONI OPERATIVE

Per ogni sezione/classe, il laboratorio è organizzato in incontri a cadenza settimanale, della durata di

un’ora ciascuno.

Il laboratorio è condotto interamente dalle esperte, ma vista l’ottica di trasversalità didattica dell’argomento, è caldamente richiesta e sollecitata la collaborazione e la partecipazione degli insegnanti della scuola per meglio integrare il laboratorio all’interno della programmazione didattica generale.

È importante organizzare un incontro con le insegnanti prima dell’inizio dell’attività. 

FORMATRICI

Giorgia Parisini: esperta in espressività corporea, specializzata nell’età evolutiva. Laureata con lode al Dams di Bologna con una tesi su Margaret H.Dubler-La visione educativa della danza in America. È Danzeducatrice® . Ha conseguito un master di I livello sulla “Formazione del Clown al servizio della persona”. Ha una formazione teatrale ottenuta in Italia e all’estero e un’esperienza lavorativa ventennale nell’insegnamento dell’espressività corporea e della danza educativa con orientamento sociale sia nelle scuole che in ambiti privati.

Tiene corsi di formazione per insegnanti/educatori e laboratori per le famiglie. Da diversi anni conduce e propone corsi e laboratori anche outdoor. È responsabile del centro La sQuolina a Marina di Castagneto C.cci. Dal 2012 studia e pratica il Life-Art Process, con Soto Hoffman, lavoro somatico-espressivo ideato dalla danzatrice americana Anna Halprin.

Bettina Beneventi: Psicologa-Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale iscritta all’Ordine degli Psicologi al n.° 6777, esperta in Schema Therapy, si occupa di diagnosi e trattamento di problematiche sia dell’età evolutiva che dell’adulto, collabora con le scuole di tutti i livelli con Progetti che riguardano la competenza emotiva e la gestione delle problematiche comportamentali. Formata in tecniche di rilassamento e di meditazione sia per bambini che per adulti.

Responsabile del Centro l’Elefante Invisibile sito in San Vincenzo e Presidente dell’omonima Associazione di Professionisti che ha l’obiettivo di diffondere il benessere psicologico. 

 

CONTATTI    cell: 339-6300180, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                        cell: 347-6643076, e-mail: bettina.beneventi@virgilio / www.studiobettinabeneventi.it