Le Avventure di Cavallino

 

  

Corpo Gioco Emozioni Movimento

 

Laboratorio di Movimento Espressivo per bambini dai 2 ai 4 anni

Condotto dalla dott.ssa Giorgia Parisini

 

PREMESSA

Questo laboratorio si pone come obiettivo principale quello di creare un contesto sicuro e accogliente dove ogni partecipante avrà la possibilità di rafforzare le proprie competenze espressive emotive e relazionali sentendosi visto, rispettato e libero di esprimersi, giocare ed esplorare assieme agli altri compagni e alle educatrici.

Il laboratorio si ispira alla psicomotricità, utilizzando il termine in senso generale e cioè: un percorso che tende a collegare il movimento allo sviluppo e alla crescita di ogni individuo.

Durante il laboratorio verranno usate metodologie derivanti dal Clowning, dall’esplorazione sonora, dall’animazione teatrale e, soprattutto, dalla Danza Educativa.

La danza educativa è un’attività di sperimentazione corporea che si caratterizza per un approccio esplorativo del movimento, che stimola l’interesse e il coinvolgimento di ogni bambino per sviluppare autonomie creative attraverso l’ampliamento del linguaggio motorio di base.

In questo laboratorio il bambino viene stimolato a conoscere il proprio corpo e lo spazio, attraverso proposte di gioco sensomotorio e di gioco simbolico. Comincerà così a percepire che il suo movimento varia a seconda delle emozioni e delle sensazioni provate ed è strettamente collegato allo spazio usato, alle persone che lo circondano, e, non ultimo, alla musica.

Durante il laboratorio i bambini faranno esperienza delle azioni motorie di base e dei contrasti motori, non solo attraverso l’immediata concretezza del movimento, ma grazie anche all’utilizzo suggestivo della musica e della fantasia.

  

TEMA DEL LABORATORIO- Cavallino

L’idea di dare un tema al laboratorio che legasse insieme i vari incontri è proprio derivata dal fatto di voler stimolare il gioco simbolico ed il coinvolgimento emotivo, attraverso un elemento immaginifico che accompagnasse i bambini durante il percorso. È nata così l’idea di proporre Cavallino.

Cavallino è un cavallo di lana, di una ventina di centimetri, che mi accompagnerà durante gli incontri.

L’utilizzo dell’oggetto mediatore facilita l’instaurarsi della relazione tra il conduttore ed il gruppo; Cavallino mi accompagnerà sempre nelle fasi di accoglienza e saluto finale di ogni incontro e saranno le sue avventure a servire da stimolo per l’esplorazione del movimento attraverso i giochi e gli esercizi proposti. Le sue avventure verranno raccontate ai bambini attraverso una breve rappresentazione eseguita ad ogni incontro, con pupazzi, stoffe ed oggetti. Alcune di queste piccole animazioni sono:

  • Cavallino la nuvola Laura e l’arcobaleno, al quale seguiranno proposte motorie con veli colore del cielo e nastri di tutti i colori, come quelli dell’arcobaleno. 
  • Cavallino e le farfalle, al quale seguiranno proposte motorie sul dentro-fuori, azioni sul posto e nello spazio, movimenti lenti e Si utilizzeranno “ali di farfalla” fatte di toulle e grandi “nuvole di carta gommata” da disporre a terra
  • Cavallino e Milena la balena, al quale seguiranno proposte motorie da eseguire con un grande telo che sembra il mare
  • Cavallino i pesciolini e le conchiglie, al quale seguiranno proposte motorie sul sopra -sotto, dentro-fuori utilizzando il telo mare e tanti pesciolini di gommapiuma
  • Cavallino e la rana Rossana, al quale seguiranno proposte motorie su azioni di spostamento nello spazio e forme. Utilizzo di spots/dischi di gomma colorati di diverse dimensioni per tracciare percorsi e

Gli incontri, pur proponendo attività molto varie (motorie, sonore, simboliche e gestuali) hanno una struttura facilmente riconoscibile suddivisa in fasi, che si ripetono ogni volta con lo stesso ordine. I bambini imparano presto a riconoscere ed identificare la ritualità degli incontri, che, pur presentandosi, di volta in volta, con la stessa regolare successione, non sono mai uguali alla volta precedente, perché si sviluppano attraverso giochi ed esercizi sempre diversi.

 

A CHI SI RIVOLGE

A bambini di età compresa tra i 2 e 4 anni.

  

OBIETTIVI GENERALI
  • Esplorare le forme motorie di base
  • Potenziare la creatività espressiva e l’autostima
  • Potenziare l’acquisizione delle capacità di ascolto ed espressione attraverso il movimento del corpo.
  • Sensibilizzare e contribuire a promuovere il senso ritmico e musicale.
  • Promuovere la socializzazione e la collaborazione.
  • Rilassare e riequilibrare emotivamente.

 

METODOLOGIA
  • Ascolto attivo e partecipativo
  • Attività creativa e ludica (attività gestuale, attività di movimento, gioco corporeo).
  • Metodi prevalentemente deduttivi.
  • Lavoro collettivo guidato in piccolo gruppo. 
ORGANIZZAZIONE LABORATORIO

Il laboratorio è organizzato in incontri settimanali. La durata di ogni incontro è di 45 minuti per gruppo/sezione. Con le sezioni dei bambini più piccoli (2/3 anni) è consigliabile dividere i bambini di ogni sezione in due gruppi. Numero minimo di incontri: 4

 

Il laboratorio è interamente condotto dalla sottoscritta ma è caldamente richiesta e sollecitata la collaborazione e partecipazione delle insegnanti per meglio integrare il laboratorio all’interno della programmazione didattica generale.

Gli incontri dovrebbero avvenire sempre nello stesso luogo. Occorre uno spazio silenzioso e sgombro da oggetti (no palestra), dove i bambini possano muoversi liberamente utilizzando anche il pavimento per rotolare o sdraiarsi. Lo spazio deve essere silenzioso, luminoso e riscaldato e munito di presa per la corrente elettrica. L’abbigliamento dei bambini dovrà essere comodo; meglio non indossare gonne, jeans, cinture. I bambini svolgeranno l’attività senza scarpe, indossando calzettoni antiscivolo. 

COSTI

Il costo del laboratorio varia in base al numero degli incontri e delle sezioni o gruppi coinvolti

 

CONTATTI

Giorgia Parisini, cell: 3396300180 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giorgia Parisini: esperta in espressività corporea, specializzata nell’età evolutiva. Laureata con lode al Dams di Bologna con una tesi su Margaret H.Dubler-La visione educativa della danza in America. È Danzeducatrice® . Ha conseguito un master di I livello sulla “Formazione del Clown al servizio della persona”. Ha una formazione teatrale ottenuta in Italia e all’estero e un’esperienza lavorativa ventennale nell’insegnamento dell’espressività corporea e della danza educativa con orientamento sociale sia nelle scuole che in ambiti privati. Dal 2012 studia e pratica il Life-Art Process, con Soto Hoffman, lavoro somatico-espressivo ideato dalla danzatrice americana Anna Halprin.

Dal 2008 vive a Castagneto C.cci e in questi anni ha condotto corsi di formazione alle educatrici/insegnanti e laboratori ai bambini e ai genitori, anche Outdoor, in collaborazione con:

Comune di Piombino (PEZ 0/6 Val di Cornia dal 2011 al 2019 ), Istituto Comprensivo Mascagni, S.Vincenzo (2010-2019I), Cooperativa Di Vittorio, Cooperativa Arcobaleno per PEZ MassaMarittima, Armunia Festival Costa degli Etruschi, 1°e 2°Circolo Didattico Piombino, scuole dell’infanzia di Follonica, Istituto Comprensivo Borsi di Donoratico,

Comune di Campiglia Marittima, associazione Elefante Invisibile diretta dalla psicoterapeuta Bettina Beneventi.

Da diversi anni conduce e propone corsi e laboratori anche outdoor. È responsabile del centro La sQuolina a Marina di Castagneto C.cci. Nel centro si svolgono attività e laboratori rivolti a tutti con esperienze anche dalla prima infanzia per sostenere la crescita psicofisica dei bambini e consolidare la relazione con i loro adulti di riferimento attraverso il fare creativo, il gioco motorio, lo stupore, la complicità, il senso di condivisione con il gruppo.